lunedì 5 settembre 2016

Paure.

Ne è passato di tempo da quando non scrivevo niente. Non so perché. Forse per la mancanza di tempo o forse perché non avevo niente da dire. Ora però sento di avere bisogno di urlare quello che sento. Sono in un momento molto importante della mia vita. Non è uno come gli altri. Devo decidere cosa fare della mia vita. E' il momento di capire come andare avanti. Non so veramente che fare. La mia testa sembra essere andata in stand-by. Sembra incapace di ragionare, di capire e darsi una svegliata. E' ormai da settimane che continuo così. Ma niente e nessuno è in grado di tirarmi fuori da questo maledetto limbo. Mi sento bloccata e svogliata. Non mi importa più niente. Non penso minimamente al futuro. Faccio le cose per inerzia. Non sento motivazione e niente mi stimola più. Ed il problema è che ora dovrei essere più attiva che mai. Ora dovrei darmi quella mossa e iniziare a costruire qualcosa. Forse anche il fatto di essere sola dal punto di vista relazionale, non mi fa molto bene. Il mio ex fidanzato era in grado di farmi capire le cose importanti della vita, ma poi io l'ho lasciato. In realtà ci siamo spesso lasciati, fino a quando ho deciso di mettere definitivamente la parola fine. E da allora le cose sono cambiate. La mia motivazione ha iniziato a declinare. Certo non è solo perché è finita fra di noi. In realtà ho completato i miei studi. E a fine percorso mi sentivo molto stanca. Una pausa era necessaria perché avevo assoluto bisogno di riprendere le forze. Quella pausa che all'inizio sembrava proficua, con i giorni si è trasformata in monotonia portando con se la svogliatezza e l'inflessibilità mentale. Stare a casa, mi fa togliere la  voglia di agire e di fare. Mi fa annoiare e perdere ogni ambizione. L'ultimo mese in particolare, si è rivelato distruttivo. La mia mente si è come annullata. E questo mi ha fatto perdere molte occasioni. Ora mi ritrovo a non sapere cosa fare della mia vita. Tantissime porte sono chiuse, che avrei voluto. Ci sono tantissime altre porte aperte ma ho paura ad imboccarle. So che è stupido come pensiero, ma non posso farne a meno. Queste mie dannatissime paure mi bloccano. Io non so bene da cosa derivino. Ma ho sempre l'impressione di non essere all'altezza. Se penso a certe cose, pur volendole, ho l'impressione che non riuscirò mai a farcela. Questo è il peggiore pensiero che ci sia. I percorsi di cambiamento avvengono solo superando queste paure, ma la mia dannatissima mente rimane sempre imprigionata in questi schemi. E ogni volta che ho paura mi limito. Le mie capacità diventano irrilevanti. Ho bisogno di cambiare tutto. Devo superare una volta per tutte ogni paura. Devo farcela. Non posso più aspettare. Sono troppi anni che mi trascino dietro queste cose. Devo ripetermelo mentalmente. Ne sono capace e posso riuscirci. Sono una persona adulta. Non posso più tenere questi timori da bambina. Basta!